Itinerari

Sei qui:Home |Scopri|Itinerari Outdoor | GTL in MTB - Tappa 10 - da Serravalle Langhe ad Albaretto della Torre

GTL in MTB - Tappa 10 - da Serravalle Langhe ad Albaretto della Torre

Cicloescursionismo

GTL in MTB - Tappa 10 - da Serravalle Langhe ad Albaretto della Torre

Serravalle Langhe – Albaretto della Torre
 
Altro breve tratto in cresta per arrivare ad Albaretto, continuando sulla dorsale spartiacque tra Langa del Vino e Alta Langa.

Visitato l’imperdibile borgo di Serravalle Langhe, posto sulla via di cresta principale, si parte in direzione Albaretto della Torre.

Dal centro del paese, costeggiato il municipio, si attraversa tutta la piazza per imboccare la viuzza di sinistra. Al termine si scende ancora a sinistra per pochi metri, quindi si volta a destra su via Corriore e, su asfalto, si torna sulla provinciale, girando attorno al vecchio tumulo fortificato. Si piega di nuovo a sinistra e sulla provinciale si percorre tutto il rettilineo, sino al bivio a destra per località San Bovo. Dopo pochi metri, si sale a sinistra su di una tranquilla sterrata che procede sopra la provinciale finché, in località Langa, la attraversa per imboccare la sterrata che piega a destra, costeggiando un esteso noccioleto ai margini di una pineta. Raggiunta una selletta si scende nel bosco e, tenendo la sinistra all’unico bivio, si raggiunge nuovamente l’asfalto. Si attraversa anche questa rotabile per scendere verso destra su inghiaiata per qualche decina di metri. Ad una diramazione occorre scendere a destra su sterrata e, superato un bel tratto nel bosco ed un piccolo rio, sbucare nuovamente tra i coltivi.

È quindi necessario scendere prima a sinistra, poi subito a destra e superare il cancello di un’azienda agricola (attenzione: richiudere il cancello dopo essere passati, perché serve a tenere i caprioli lontani dai germogli dei noccioli). Si segue la recinzione prima verso destra e poi in discesa; infine, si piega a destra, in piano, attraversando il noccioleto e raggiungendo così il cancello di uscita che delimita la proprietà. Si percorrono pochi metri su stradina sterrata e, superato un nuovo ruscello, si piega a sinistra e si sale fino a raggiungere prima una cascina abbandonata, poi la stradina asfaltata che percorre la cresta. La si segue per pochi metri verso sinistra e, superata l’azienda agritustica “Propi bun” si imbocca a destra la stradina asfaltata pianeggiante tra i noccioleti fino a superare un nuovo rigagnolo e salire dolcemente fino alle prime case di Albaretto della Torre.

Albaretto è segnato dall’alta torre medioevale, duecentesca, edificata dai Del Carretto come fortilizio, torre di guardia e indispensabile strumento di comunicazione.  Alta 28 metri e larga 5, è perfettamente agibile e merita una salita (le chiavi sono al circolo La Torre), anche solo per il panorama. Posizione fenomenale quella del paese che si affaccia sulla Valle Talloria (Sinio è subito sotto) e, in pratica, guarda il Barolo dall’alto (un po’ come Roddino), in cui accanto alla bella parrocchiale non sono da dimenticare San Bernardo e Sant’Agostino, le due cappelle agli ingressi del paese. Il paese è però noto nel mondo soprattutto per un suo cuoco straordinario, anarchico e autodidatta che ha cucito nel suo nome quello del paese, quasi fosse un pittore medioevale o un trovatore provenzale: Cesare di Albaretto. Cesare è stato anche nominato Direttore Artistico dell’Alta Langa, un titolo ampiamente meritato!

Da Albaretto della Torre si può proseguire verso Benevello o percorrere l’itinerario alternativo verso Lequio Berria.


Scarica il tracciato in .kmz

Scarica la guida in .pdf

Scarica il testo della Tappa 10 in.pdf



Lunghezza percorso [IT]: 5,8 km


Servizi

    Livello di difficoltà 2

Attenzione! Sito in dismissione!

Questo sito presto non sarà più disponibile e verrà sostituito da www.visitlmr.it.
Pertanto i dati non verranno più aggiornati. Per informazioni su eventi e orari di apertura, vi preghiamo di contattare i nostri uffici:
info@visitlmr.it - +39.0173.35833